prima pubblicazione sito::

20/02/2002

ultimo aggiornamento

07/01/2017

WWW.CAGIVA.IT

WWW.DUCATI.IT

EMPORIO ELABORAZIONI MECCANICHE

www.explorercases.com/

www.mupo.it

www.braking.com

www.akrapovic.it

www.sironibatterie.it

 

 

COSI' E' DURATA POCO!

 

Riconoscimenti:

"Migliore Cagiva Elefant"
4° Motoraduno del Chianti per Cagiva Elefant e Ducati Multistrada
Giugno 2004

"Best Technical Design"
5° International Elefant Meeting
Slovenia - Giugno 2005

RADUNI:
(cliccare sugli elefantini per entrare nella galleria fotografica)


RADUNO 2003 - ITALIA - Casciano di Murlo (Siena)

RADUNO 2005 - SLOVENIA - Celje


RADUNO 2007 - AUSTRIA - Afritz am See (Villac)

RADUNO 2010 - ITALIA - Bellaria - Rimini

TOUR DELLE 4 REGIONI 2010 - ITALIA - Pieve S. Stefano AR

X RADUNO INTERNAZIONALE 2010 - ITALIA - Cannobio - Lago Maggiore

XI RADUNO INTERNAZIONALE 2011 - GERMANIA - Norimberga

Per vedere altre foto dei raduni, andate sul sito degli Elefanti Italiani:


Premessa:

Il mio nome è ZAMBO per gli amici.

Dopo il primo "cinquantino", un portentoso Malaguti Fifty (1985) con il quale ho assaggiato spesso l'asfalto romano alla ricerca della piega estrema, sono passato ad una apparentemente più innoqua Honda XL 125 (1987), con la quale ho solo allargato il raggio di azione delle mie scorribande per l'Italia arrivando a "circumnavigare" l'intera Sicilia in solitaria partendo da Roma.
La moto diventa quindi una ricerca morbosa, da passare girando cacciaviti, chiavi esagonali e brugole, pulendo olio motore dalla moto e moscerini dalla visiera.
Dopo la gloriosa Honda, sono passato per due identiche Yamaha XT 600 4 valvole blu e gialle (la prima me la rubarono sotto casa a Roma notte tempo). Fino ad oggi è la moto più bilanciata che abbia provato, pur rimanendo un monocilindrico a medio raggio molto vibrante.
Una volta iniziato a lavorare a Bologna, ho potuto comprarmi la mia prima moto nuova, una Yamaha TT 600E (1995), ma non riesce ad entusasmarmi come la vecchia XT, faccio però i miei primi importanti esperimenti estetici utilizzando l'alluminio ribattuto a mano trasformandola nel possibile (e nel lecito) in una supermotard prima maniera.
Decido di venderla e passo un paio di anni senza moto, la febbre era altissima e così mi decisi a perseguire un sogno che meditavo da tempo: ho iniziato quindi la ricerca di una Cagiva Elefant 900 blu, proprio come quella che mi capitò di incontrare in un mio giro per l'appennino bolognese, e per il quale persi la testa!
L'ho trovata il 01/10/1999 e l'ho chiamata con il nome dell'ultimo cantiere nell'Oceano Atlantico al quale avevo lavorato, ATLANTICA.
Da allora è iniziata l'utopistica sfida verso la ricerca della "moto ideale" ovvero quell'oggetto che sia guidabile in qualsiasi condizione di fondo, su asfalto o su terreno, efficacie da solo o in due, scarichi o a pieno carico in assetto da viaggio, insomma, la vera utopia motociclistica, ed in ultimo, ma non ultimo, deve essere bella. Da quando guido questa moto, mi sono appassionato anche alla guida sportiva, incitato da un motore veloce e plasmabile alla guida che si vuole, ancora accessibile a mille elaborazioni e modifiche, da se è venuta quibdi una propensione alle modifiche rivolte alla strada ed alle performance di guida veloce.

Queste le evoluzioni fino ad oggi:

Forse da qui in poi diventa accanimento terapeutico, perdonatemi!


Lo STEP1 di evoluzione: inverno 2001


Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto

Lo STEP 2 di evoluzione: inverno 2003

Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto

Altre modifiche: STEP 2

1. CODONE IN VETRORESINA => vai alla pagina delle foto

2. SEQUENZA DI SMONTAGGIO => vai alla pagina delle foto

3. RAISER MANUBRIO 

4. MANOPOLE RISCALDATE SOTTO INTERRUTTORE A CRUSCOTTO 

5. CUPOLINO ALTRO RMA


Lo STEP 3 di evoluzione: inverno 2004:


Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto
(file PDF 24 Kb)

Lo STEP 4 di evoluzione: inverno 2005:


Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto

Altre modifiche nello STEP IV

1. NUOVO PARAFANGO IN CARBONIO => vai alla pagina delle foto

2. NUOVO PORTAPACCHI ALU-INOX => vai alla pagina delle foto

3. NUOVO FARO POSTERIORE E FRECCE => vai alla pagina delle foto


Lo STEP 6 di evoluzione: inverno 2007:


Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto

Lo STEP 8 di evoluzione: inverno 2010:


Clicca sulla l'immagine per passare alla pagina delle foto

(file PDF 511 Kb)

1. LE FASI DELL'ASSEMBLAGGIO => vai alla pagina delle foto

2. VERNICIATURA TELAIO => vai alla pagina delle foto

3. RAGGIATURA RUOTE => vai alla pagina delle foto

4. VERNICIATURA MOTORE  => vai alla pagina delle foto

5. ANODIZZAZINE MOZZI => vai alla pagina delle foto


PARTICOLARI : inverno 2011:

1. SUPPORTO PEDANE E PORTA SPECCHIETTO PER POMPA RADIALE => vai alla pagina delle foto


Lo STEP 9 di evoluzione: INVERNO 2014

 

AUTODROMO DI MARZAGLIA - MODENA

ZAMBO

 

NYLON

( Now You're Loose Old Nippon )

 

UN POSTO SPECIALE PER GLI AMICI DELL'EMPORIO

 

IL NOSTRO SITO DEGLI ELEFANTI ITALIANI